Servizio Civile Universale


Con il Dlgs. 6 marzo 2017, n. 40, il servizio civile diventa universale e punta ad accogliere tutte le richieste di partecipazione da parte dei giovani che, per scelta volontaria, intendono fare un’esperienza di grande valore formativo e civile, in grado anche di dare loro competenze utili per l’immissione nel mondo del lavoro.

Il nuovo sistema riconosce inoltre agli operatori volontari del servizio civile universale impegnati in interventi da realizzarsi in Italia la possibilità di effettuare il servizio, per un periodo di tre mesi, in uno dei Paesi dell’Unione Europea, al fine di rafforzare il senso di appartenenza all’Unione nonché di facilitare lo sviluppo di un sistema europeo di servizio civile. In alternativa i giovani volontari, per il medesimo periodo, possono usufruire di un tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell’accesso al mercato del lavoro.

A favore dei giovani è previsto il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite, al fine di consentirne l'utilizzo in ambito lavorativo e nei percorsi di istruzione, nonché un modello flessibile di servizio civile con una durata da modulare in base alle esigenze di vita e di lavoro dei giovani (otto-dodici mesi).

 

 

Requisiti


Possono diventare operatori volontari del Servizio Civile Universale i ragazzi e le ragazze tra 18 e 28 anni:

  • cittadini italiani;

  • cittadini di Paesi appartenenti all'Unione Europea;

  • stranieri regolarmente soggiornanti in Italia.

Cosa offre


Il Servizio civile ha una durata di 12 mesi. Per alcuni progetti sperimentali la durata può essere ridotta fino ad un minimo di 8 mesi. L’attività per i progetti ordinari prevede un impegno settimanale non inferiore alle 30 ore settimanali o alle 1.400 ore annue. Per alcuni progetti sperimentali sono previste invece 25 ore settimanali oppure un monte ore di 1.145 ore per 12 mesi (tale monte ore si riduce proporzionalmente nel caso in cui il servizio abbia una durata inferiore ai 12 mesi). Inoltre il Servizio civile offre:

  • almeno 80 ore di formazione

  • crediti formativi

  • attestato di partecipazione al Servizio civile

  • riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite

  • valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza

  • riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile)

  • assegno mensile di € 433,80; per il servizio all’estero si aggiunge un’indennità estera giornaliera dai 13 ai 15 euro

  • per il servizio all’estero: vitto, alloggio, viaggio di andata e ritorno e un rientro (a/r) durante il servizio se lo prevede il progetto

  • permessi variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi)

  • possibilità per alcuni progetti tra quelli sperimentali, con sede in Italia o all’estero di un periodo di tutoraggio (fino a tre mesi) per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro.

  • possibilità per alcuni progetti tra quelli sperimentali, con sede in Italia, periodo di servizio in un Paese dell’Unione Europea, pari a 1, 2 o 3 mesi.

Come partecipare


Vuoi partecipare al SCU? Consulta il bando, esamina i progetti approvati in Emilia Romagna e scegline UNO SOLO per cui concorrere.
Consulta anche i progetti approvati a Forlì e seleziona quello che ti interessa. Presenta la domanda all’ente titolare del progetto scelto, utilizzando l'apposita modulistica, entro e non oltre il 28 settembre 2018 (ore 18.00 del 28 settembre 2018 per la consegna a mano).

La domanda può essere presentata solo in uno dei seguenti modi:

  • con Posta Elettronica Certificata (PEC) - art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 - di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

  • a mezzo raccomandata A/R;

  • a mano.

Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate e pervenute oltre i termini innanzi stabiliti non saranno prese in considerazione.

Per la compilazione della domanda leggi attentamente il progetto, indica con precisione il titolo e indica la sede nella quale vorresti svolgere il servizio.
La domanda deve essere:

  • redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 3 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;

  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;

  • corredata dall’Allegato 4 relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;

  • corredata dall’Allegato 5 debitamente firmato relativo all’informativa 'Privacy', redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016;


E’ causa di esclusione la mancata sottoscrizione della domanda.

Nel caso si scelga un progetto ordinario con una riserva di posti per i 'volontari FAMI', nella domanda occorre specificare la categoria, prevista dal progetto prescelto, alla quale si ritiene di appartenere, tenendo conto che in fase di selezione sarà necessario produrre la documentazione atta a comprovare l’appartenenza a tale categoria.


Progetti del Comune di Forlì:

Progetto n. 1: '
Percorsi educativi per supportare l’integrazione di minori disabili e/o in situazioni di difficoltà' Settore/Area  Assistenza Disabili, n. 30 volontari (di cui 2 posti riservati a giovani con protezione internazionale o umanitaria), Progetto cofinanziato dal Fondo FAMI;
Scarica la Scheda sintetica del Progetto 'Percorsi educativi per supportare l’integrazione di minori disabili e/o in situazioni di difficoltà'

Progetto n. 2: 'Le memorie del futuro' - Settore/Area Patrimonio artistico e culturale, n. 4 volontari.
Scarica la Scheda sintetica del Progetto 'Le memorie del futuro' Settore/Area Patrimonio artistico e culturale


Per partecipare ai progetti del Comune di Forlì è possibile presentare la domanda a mano allo Sportello Informagiovani del Comune di Forlì in P.tta della Misura, 5 - 47121 Forlì (FC) (lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato 8.30-13.00 | 16.00-19.00; mercoledì 8.30-13.00; nel mese di agosto chiuso lunedì, venerdì e sabato pomeriggio), tramite raccomandata A/R inviata a Comune di Forlì, Piazza Saffi 8, 47121 Forlì (indicare nella busta "Bando Servizio Civile Universale") o inviarla tramite posta elettronica certificata, all'indirizzo comune.forli@pec.comune.forli.fc.it

Per informazioni sui progetti del Comune di Forlì
Unità Supporto All’Innovazione Educativa - COMUNE DI FORLI’
Tel. 0543.712394/712804 - Fax 0543.712206
volontariatocivile@comune.forli.fc.it

Nei giorni di Lunedì 3/9 e 10/9, dalle 16.00 alle 18.00, presso l’Informagiovani di Forlì, sarà a disposizione un operatore comunale per colloqui di approfondimento sui progetti dell’Ente. Altre eventuali date di presentazione delle attività e dei Servizi, saranno comunicate successivamente su queste pagine. Per accedere ai colloqui e agli incontri è necessaria la prenotazione.

Selezione dei volontari candidati per i progetti del Comune di Forlì

 

Progetti dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese:
Il Comune di Forlì partecipa inoltre al Progetto C’è cultura nel territorio redatto dall'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese - (n. 2 volontari)
Per la presentazione delle domande relative a questo progetto, segui le indicazioni che trovi sul sito dell’Unione.

Riferimenti utili


CoPrESC - Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile Provincia di Forlì-Cesena
Piazza Morgagni, 2 - 47121 Forlì - Ufficio 1D
Tel. 0543 714306 - Cell. 3409623056
copresc@provincia.fc.it
www.serviziocivilefc.it



 

Informagiovani del Comune di Forlì P.tta Della Misura, 5 – Forlì
tel 0543.712445 | fax 0543.712755-450 | e-mail: informagiovani@comune.forli.fc.it
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì